IMG_6540
2 Dicembre 2020

Rottamazione ruoli dal 10 dicembre 2020 al 1° marzo 2021.

 

Il Decreto Ristori-quater ha previsto il rinvio del pagamento dei ruoli in scadenza questo mese , considerato il lockdown in atto .

Il provvedimento allo scopo di allargare il più possibile la sanatoria, per permettere a quanti più soggetti dimettersi progressivamente in regola con l ‘erario, ed ha quindi previsto

  • un ulteriore rinvio del termine per il versamento delle rate scadute
  • la riammissione dei soggetti decaduti

Nella fattispecie, la proroga è riferita a:

  • ROTTAMAZIONE DEI RUOLI del DL 119/2018,
  • SALDO E STRALCIO della Legge 145/2018.

Nella normativa di riferimento, l’omesso o tardivo versamento di anche una sola rata delle rate comportava la decadenza del beneficio e, inoltre, non permetteva la dilazione del debito residuo.

La sospensione dei termini per il versamento delle rate era stata inizialmente prevista dal Decreto Cura Italia indicando quale termine ultimo per il versamento il 31 maggio 2020, e successivamente veniva prorogato al 10 dicembre 2020 dal Decreto Rilancio.

Oggi, tale termine è oggetto di un nuovo rinvio per far fronte alle esigenze di liquidità dei contribuenti e per dare la possibilità, ai soggetti che erano decaduti dal beneficio a causa del mancato pagamento di anche una sola rata, di poter essere riammessi alla definizione agevolata.

Quindi, l’aspetto di particolare rilevanza è che la proroga è valida per tutte le rate in scadenza e scadute nell’anno 2020, senza l’applicazione di sanzioni ed interessi per il ritardato versamento.

La nuova disposizione deroga quindi il principio di decadenza, permettendo ai contribuenti di poter essere riammessi al beneficio e, inoltre, permette ai contribuenti decaduti alle precedenti dilazioni dei ruoli di poter accedere alla dilazione del debito residuo.

Francesca Bruno