4 contab mio uff
25 Novembre 2020

DECRETI RISTORI : Dopo il tre il quattro vien da sé.

Solo ieri 24 novembre 2020 è arrivato in Gazzetta Ufficiale il decreto RISTORI TER,che allarga la concessione di contributi a fondo perduto alle nuove zone rosse e arancioni (dove  la chiusura delle attività commerciali e iniziata solo in questi giorni ) e già si parla di un nuovo decreto RISTORI-QUATER.

Il provvedimento è atteso per venerdì 27 novembre 2020  in consiglio dei ministri, e riguarderà sicuramente la sospensione degli ACCONTI DI NOVEMBRE.

Infatti, il provvedimento di rinvio del pagamento degli acconti al momento è in vigore solo per i contribuenti Isa o forfettari, e solo in presenza di una riduzione del fatturato di 1/3

Questo provvedimento è insufficiente alla luce della generalizzata chiusura delle attività commerciali in questa seconda parte del mese di novembre con l’istituzione delle nuove zone rosse e arancioni.

Per questo motivo suggeriamo a tutti coloro che fossero interessati al rinvio del pagamento degli acconti di seguire attentamente l’evolversi degli eventi perché probabilmente tra venerdì e sabato uscirà un provvedimento sotto forma di comunicato stampa col quale si interverrà sul rinvio della scadenza del giorno 30 novembre.

Le aspettative sono per un rinvio generalizzato per tutti i contribuenti ma al momento non sono concesse anticipazioni concrete sull’argomento.

Segnaliamo inoltre che dovrebbe entrare vigore un ulteriore provvedimento di concessione di contributi a fondo perduto che dovrebbe ovviare alle distorsioni che in alcuni casi si sono create, basandosi i contributi sulla sola differenza di fatturato riferita al mese di aprile 2020 rispetto ad Aprile 2019.

Il provvedimento metterebbe a confronti fatturati riferiti a intervalli temporali differenti, permettendo a chi a fosse  stato penalizzato da particolari situazioni riferite solo ad unico mese di beneficiare in maniera più equa dei ristori concessi.

Per ultimo parrebbe essere previsto un assegno una tantum di euro 500 da erogarsi a dicembre , ( i giornalisti l’hanno chiamato già regalo di Natale) per chi ha percepito più di 8 settimane di cassa integrazione.

Fabrizio Giola